Progetto G.A.I.A

Teniamo a precisare che la nostra associazione con questo progetto non vuole assolutamente sostituirsi al preziosissimo lavoro di ostetriche e consulenti IBCLC, ma integrarsi per arricchirlo di tutti gli aspetti puramente nutrizionali, sia per la mamma che bambino!

Ambito di intervento: Informazione, sensibilizzazione e supporto

Area geografica di interesse: Italia e PVS

Destinatari del progetto: Mamme in gravidanza e allattamento, papà e specialisti

Il contesto generale: In Italia è ancora diffuso il falso mito che il latte materno non sia sufficiente, non sia nutriente oppure smetta di esserlo ad un certo punto della crescita del bambino o dopo varie gravidanze della mamma, che non tutte le mamme hanno il latte, che una mamma potrebbe non avere abbastanza latte per nutrire adeguatamente il suo bambino… questi e molti altri preconcetti fanno sì che non si dia all’allattamento al seno il giusto valore, la giusta attenzione e la giusta importanza.  Molte donne oggigiorno decidono di non allattare o di interrompere precocemente l’allattamento, senza conoscere quali siano i tantissimi benefici psico-fisici che il latte materno apporta al bimbo: maturazione intestinale, protezione nei confronti di allergie ed intolleranze, difesa immunitaria, protezione nei confronti di gastroenteriti e prevenzione a lungo termine nei confronti di sovrappeso e obesità, ma anche diabete e problemi cardiovascolari. L’allattamento nella realtà dei fatti non giova solo al piccolo: nella mamma che allatta al seno si riduce il rischio di insorgenza di patologie come l’osteoporosi e il tumore alla mammella e all’utero. I ricercatori sostengono che l’allattamento al seno riduce del 36% le cosiddette e del 58% i casi di entercolite necrotizzante che colpisce soprattutto i nati prematuri. Nel mondo i bambini che vengono allattati al seno in modo esclusivo per i primi quattro mesi sono meno del 35%. In Italia le mamma che allattano al momento delle dimissioni dall’ospedale sono il 77 %, 31% a quattro mesi di vita del neonato, solo il 10% a sei mesi di vita. Questa riduzione significativa spesso si associa alla mancanza di figure professionali che rassicurino e sostengano i genitori nella fase delicata e così importante dell’allattamento.

Obiettivo generale a lungo termine: Migliorare la salute delle mamme e dei piccoli, svolgendo un’azione di prevenzione nei confronti di sovrappeso e obesità, malattie cronico degenerative, allergie ed intolleranze e problemi, fastidi ed infiammazioni a carico intestinale (come sindrome del colon irritabile e stitichezza!) negli adulti di domani.

Obiettivi specifici:

  • rendere mamme e papà consapevoli di tutti i luoghi comuni che ruotano intorno  all’allattamento al seno;
  • sensibilizzare all’importanza dell’allattamento al seno prolungato;
  • ridurre l’incidenza dell’abbandono dell’allattamento al seno;
  • ridurre l’incidenza di sovrappeso e obesità ovvero di malnutrizione (ipernutrizione) nei bambini;
  • proteggere da allergie e infezioni alimentari.

Attività:  Cicli di incontri da tenere con gestanti, neomamme e genitori di cuccioli di 3-4 mesi di vita, per sostenere i genitori nei tre momenti cruciali per il successo dell’allattamento:

  1. l’attacco al seno tempestivo e spontaneo alla nascita,
  2. il post partum,
  3. il momento in cui, dai tre mesi di vita del bambino in poi, le mamme potrebbero confrontarsi con operatori che potrebbero consigliare di iniziare ad introdurre cibi solidi

 

Sei un operatore e ti piacerebbe collaborare con noi al progetto G.A.I.A.? Scrivici a progetti@nutrizionistisenzafrontiere.org, oppure chiama la nostra responsabile dei progetti Veronica al 370 37 34 708. Grazie!

LO SAI CHE "GAIA" ESISTE DAVVERO?

Eh sì….il nome del nostro progetto non è semplicemente un acronimo che ci piaceva utilizzare, ma nasce dall’amore infinito di mamma Antonietta, che ha rifiutato le cure per sè stessa per proteggere la sua bambina. Gaia riceve dalla sua mamma il dono della vita il 1 dicembre del 2011… proprio nella giornata in cui si celebra la giornata mondiale del dono!

Top